Chi siamo

polepoleSiamo un gruppo di amici, accomunati solo dall’amore per l’Africa e con tanta voglia di fare un piccolo gesto verso chi ne ha più bisogno. Mi sono laureata in Medicina nel 2001 a Roma e l’occasione di partire è arrivata quasi per gioco durante la Specializzazione in Malattie Infettive quando con dei colleghi abbiamo avuto la possibilità di seguire dei medici che già da anni andavano in Tanzania. All’ inizio è stato solo un rendersi conto di una realtà diversa, poi un tentare di dare una mano con la propria competenza in progetti sanitari, poi il coinvolgere persone sensibili nella raccolta fondi per progetti vari, decisi da chi, in quel Continente, ci abita.

La passione è diventata contagiosa, ha coinvolto la mamma (o da cui invece è stata ereditata?), alcuni amici, Walter e poi tanti ragazzi che hanno voluto fare “una” o “alcune” esperienze africane, tutto a loro spese e nelle loro ferie. L’”ultima arrivata” è Sara, che quest’anno ha fatto conoscenza con questa splendida realtà.

Ogni anno che è passato ha portato nuove forze al gruppo e nuovo impegno. Pole pole (piano piano in kiswahili, la lingua tanzaniana) i progetti sono diventati un pochino più strutturati anche se sempre molto piccoli. Abbiamo cominciato a guardare un po’ più lontano e i piani sono cominciati a diventare pluriennali. Quest’anno è nato anche questo sito per dare la possibilità a tutti quelli che ci aiutano, di seguire passo dopo passo l’evoluzione dei progetti.

Infine, il 3 giugno 2013, abbiamo costituito una Associazione di Promozione Sociale con regolare statuto ed atto costitutivo registrati presso l’Agenzia delle entrate.  [Statuto pole pole]
Grazie all’Associazione possiamo rendere più ordinati i nostri progetti e in futuro, iniziarne altri anche in Italia, a favore di persone svantaggiate.
 I veri protagonisti però sono le persone che vivono in Tanzania, grazie alle quali è possibile proporre, avviare e gestire progetti a distanza.
  • Le Suore della Misericordia di Verona, con la loro Missione nel villaggio di Kintinku; con il loro Dispensario ed Asilo.
  • Agnese, con il suo vissuto coerente con il suo pensiero; il suo desiderio di mettersi al servizio dei fratelli in difficoltà nonostante i problemi della vita di ogni giorno.

E’ solo grazie a loro che così tante persone possono fare un piccolo passo verso un mondo più giusto.

Laura Bracciale